abduction rapimento alieno

Rapimento alieno, ovvero abduction

Il rapimento alieno è sempre più spesso presente nelle mie sessioni d’ipnosi regressiva. Si verificano casi di memorie legate alle abduction aliene

Il rapimento alieno, in inglese abduction, è un rapimento, fatto appunto da extraterrestri, nel quale vengono inseriti, generalmente, dei dispositivi nell’addotto. Tali dispositivi sono eterico-astrali e quindi rimovibili attraverso un lavoro di consapevolezza e con alcuni tecniche specifiche che si possono utilizzare durante un’ipnosi regressiva.

Per quanto riguarda nello specifico l’abduction, cioè il rapimento alieno, definita anche sindrome da abduction, ti riporto una parte dell’articolo di Corrado Malanga “Dopo un rapimento”, in cui illustra come sia possibile identificare, nei soggetti rapiti, alcune caratteristiche sintomatologiche.

  • Presenza di cicatrici

Le cicatrici possono essere poste in vari punti del corpo e sotto alcuni di questi segni esiste la presenza di un impianto cioè traccia di oggetto di varia natura identificabile radiograficamente o con la TAC o RM. L’impianto è eterico-astrale non fisico ed è possibile rimuoverlo attraverso un preciso atto di volontà in ipnosi regressiva. La cicatrice è una somatizzazione eterico-astrale.

  • Presenza di flash back

Nell’addotto si verificano spesso la presenza di immagini veloci che si alterano nella sua mente nei momenti di particolare rilassamento. Si tratta di stimoli dell’inconscio che segnalano che qualcosa di strano è accaduto. Nel momento cioè in cui il subconscio ha allentato i controlli sull’inconscio quest’ultimo mette in atto una strategia rivelatrice di contenuti nascosti.

Così per esempio, i soggetti che stanno addormentandosi si risvegliano immediatamente in preda al panico causato da qualcosa che è insito dentro di loro ed impalpabile. I flash back scattano anche per associazione involontaria ed un’immagine vista od un odore od un rumore percepito fanno ritornare alla mente immagini di vissuti dimenticati.

È normale che ciò accada poiché si sollecitano i centri legati al ricordo associativo ed è proprio per questo che uno stato alterato di coscienza, come l’ipnosi regressiva, può portare alla luce rivissuti di quest’esperienza.

  • Stati depressivi ciclici

Tali stati prendono in consegna gli addotti ciclicamente e sono dovuti al fatto che i soggetti soffrono di una inconscia paura di essere ripresi senza poterci fare nulla. Questo stato porta al raggiungimento di stati depressivi che potenzialmente potrebbero condurre il soggetto a fuggire dalla realtà con qualsiasi mezzo a sua disposizione. Frenesie per i viaggi improvvisi, cambiamento di lavoro o di abitudini, pensieri di suicidio.

  • Presenza di sogni indicatori

I sogni indicatori di situazioni particolari sono i sogni in cui si rivive la sensazione di essere paralizzati o ci si ritrova in alcune situazioni tipiche (tavoli operatori, immagini di esseri alieni intorno a noi).

  • Avvistamenti ufo

Dopo i quali non abbiamo memoria del tempo trascorso e ci ritroviamo a diverse ore di differenza con un ‘buco’ spazio temporale importante.

  • Stati di coscienza allargati

La presenza di stati di coscienza allargati è una prerogativa di molti addotti nei quali si instaura l’idea che l’Universo sia molto più grande ed abitato di quello che appare: gli addotti dentro di loro conoscono una verità che li pone del tutto inconsciamente, su un piano sociale e spirituale più elevato proprio a causa di quest’esperienza.

  • Missing time

Gli addotti hanno sovente momenti della loro vita che fanno fatica a ricordare od hanno completamente rimosso. Sono facilmente individuabili con opportune tecniche d’ipnosi regressiva e sono caratterizzati dalla mancanza di cronologia delle cose fatte. In altre parole il soggetto non sa cosa ha fatto prima e cosa dopo.

Non sa più mettere insieme l’intero episodio nel suo insieme e questo aspetto è da relazionarsi con il sistema di alterazione della memoria indotto dagli alieni. Si tratta di pulsazioni di campo magnetico sulla pineale come in altra sede abbiamo già detto.

Che cosa fa l’induzione ipnotica regressiva?

Attraverso l’induzione la persona a seguito rapimento alieno, non solo rivive e riprende coscienza dell’accaduto ma spesso si ritrova confusa da ciò che vede e dalle sensazioni fisiche che percepisce, è chiaro che quello che è accaduto, quelle sensazioni non possono essere frutto d’immaginazione e il vissuto delle loro giornate non trascorre come la maggior parte delle altre persone.

Abduction e dispositivi che interferiscono nella vita degli addotti sono spesso un connubio inscindibile, ma sappi che attraverso la tua presa di coscienza ed il tuo atto di volontà, puoi liberarti da questa cosa ed in maniera definitiva

A tutte le persone che leggendo articoli e vedendo video di abduction, si sentono coinvolte e a tutti coloro che scoprono di essere degli addotti, posso solo dire di stare tranquilli, non è inusuale, non solo potete liberarvi da ogni dispositivo ma potete anche evitare che vi riaccada. A volte è solo una netta sensazione!

Con affetto

Tiziana

ps:  le informazioni e le situazioni che qui non posso scrivere, ti chiedo di contattarmi in privato con un colloquio pre-sessione gratuito.

Author Info

tiziana

Nessun commento

Posta un commento