la-mente

La memoria passata nella vita presente: quale influenza?

Se la memoria passata t’impedisce di vivere questa vita presente in salute, ricchezza, felicità, amore e relazioni gratificanti leggi l’articolo

La memoria è molto utile per conservare le informazioni, tuttavia è limitante se conserva dati e informazioni che non ti permettono di crescere e di realizzare i tuoi più semplici desideri come salute, ricchezza, felicità e amore.

Per quanto a livello conscio ognuno di noi desideri ottenere tutto ciò, spesso, la situazione reale è ben differente: la nostra vita quotidiana non combacia con la realtà dei nostri desideri personali. Questo mistero del perché desideriamo una realtà e ne creiamo un’altra, può esserti svelato attraverso la scoperta dei ricordi sommersi: sabotiamo noi stessi ogni giorno con le contrastanti credenze inconsce che nutriamo e che contraddicono quello che pensiamo di volere a livello conscio.

Molti sono i libri, i corsi, i Maestri Spirituali che ti parlano delle tue potenzialità e di come accedere alla felicità, attraverso il tuo potenziale o attirando a te situazioni favorevoli con la legge dell’attrazione, ma c’è un modo pratico e semplice per mettere d’accordo il conscio e l’inconscio.

Come fare per mettere d’accordo il conscio e l’inconscio?

Il viaggio che potrai intraprendere attraverso l’ipnosi regressiva alla memoria ti aiuterà a creare un nesso tra i tuoi pensieri consci e pensieri inconsci: quest’ultimi rappresentano un punto focale in quanto sono l’energia che muove il nostro comportamento.

Freud paragonò la mente ad un iceberg nel quale la parte che emerge dall’acqua è la parte conscia, mentre la parte sommersa immensamente più grande e nascosta, è l’inconscio: colui che influenza la tua vita.

I processi del sistema inconscio sono atemporali  e cioè non sono ordinati temporalmente e non hanno alcun rapporto con il tempo

Secondo Freud, la nostra parte inconscia tende a ripetere o a riproporre esperienze emotive già verificatesi in passato, obiettivo della terapia era riportare alla superficie consapevole il trauma iniziale (la memoria), risolverlo catarticamente e integrarlo secondo la teoria psicoanalitica tradizionale.

La pratica dell‘ipnosi regressiva alle vite precedenti, ti permette di risalire al trauma iniziale che può riferirsi sia all’infanzia che, molto più spesso, ad un momento  più antico e molto più lontano: un’esistenza precedente. Portare alla luce ed alla consapevolezza questi ricordi, cioè la memoria, significa, assistere ad un miglioramento rapido e sorprendente.

E’ necessario riportare alla luce della consapevolezza tutti i traumi, non solo i più recenti, affinché sia possibile una completa guarigione e i traumi spesso si ripetono perché la loro lezione non è stata integrata. Il concetto di compulsione ripetitiva, utilizzato in psicoanalisi, sembra valido ma la problematica maggiore è il limite del passato entro cui agire, che deve esser spostato fino a comprendere altre vite se i confini di quella presente non bastano a spiegare i comportamenti anomali.

Attraverso la regressione, si accede ad aree dove la memoria non è sfiorata dalla mente conscia e quindi si creano associazioni fra stati di consapevolezza più profonda, offrendo risultati più profondi e duraturi. A conclusione dell’incontro poi, dopo che sarai riemerso dallo stato d’ipnosi regressiva, sarà necessario integrare i processi, le intuizioni, le informazioni e le sensazioni ottenute.

Il percorso delle regressioni, promuove una maggior presa di coscienza dei problemi, allargandone la portata e contestualizzandoli in una prospettiva più ampia

Se i ricordi fossero vaghi e con delle zone d’ombra, non avremmo nulla di concreto da cui liberarci, ma quando invece rievochiamo particolari precisi, precise situazioni, vissuti, contesti, allora e solo allora possiamo staccarci e volgere serenamente lo sguardo al futuro: abbiamo integrato quella lezione, ora, non è più necessario il perpetuarsi di quel dolore.

Una volta che avrai compreso i motivi, le origini, i modelli di comportamento e le cause, proverai ciò che viene definito lo “stato di grazia”: la grazia della consapevolezza ti permette di trascendere il concetto tradizionale di karma, di non dover più ripetere ciò che ti è ormai noto, di liberarti dal dolore e vivere con gioia nel presente.

evoluzione

Quando sarai libero dalla memoria, anima e spirito possono accedere ad un livello superiore: lo scopo della tua reincarnazione è evolvere

Con affetto,

Tiziana

ps: vieni a chiedere un colloquio con me in privato, è gratis!

Author Info

tiziana

Nessun commento

Posta un commento